Covid-19 e didattica a distanza: il contributo di FME Education

Se pensiamo da dove siamo partiti, è stata un grande successo“: parla della didattica a distanza Lucia Azzolina, Ministro dell’Istruzione. L’emergenza sanitaria ha sconvolto il sistema scolastico, che improvvisamente ha dovuto adattarsi alle restrizioni imposte dal Governo italiano: “La scuola non era preparata, ma era un dovere proteggere la salute degli studenti e non solo“. In effetti, le difficoltà incontrate non sono state poche: prima tra tutte la mancanza di strumenti tecnologici adeguati. Per questo il Ministero ha lanciato a febbraio un appello di “solidarietà digitale” alle realtà specializzate nella didattica a distanza: tra queste FME Education, Editore digitale milanese, che ha raccolto l’invito e reso disponibile gratuitamente la piattaforma “MyEdu”, inizialmente all’Istituto comprensivo di Codogno e in seguito a tutte le scuole del territorio nazionale che ne hanno fatto richiesta. In prima linea nel settore dal 2013, FME Education è proprietaria di un ambiente digitale nel quale è possibile usufruire di servizi dedicati come lezioni, corsi, materiale multimediale e strumenti didattici. L’offerta di MyEdu si rivolge a insegnanti, studenti e famiglie: l’Editore, a conoscenza delle difficoltà di un approccio “digitale”, per di più repentino, offre anche un servizio di tutoring online grazie alla presenza di esperti dedicati. Il contributo di FME Education durante il periodo di lockdown è stato riconosciuto a livello nazionale, tanto che la piattaforma proprietaria è stata annoverata tra le migliori in Italia: compare ad esempio nell’articolo “L’Appello è Online” della rivista Prima Online e in un servizio di Striscia La Notizia dedicato all’apprendimento a distanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici + 14 =