Ernesto Pellegrini: più welfare e nuove iniziative in ambito solidale

Il Gruppo fondato da Ernesto Pellegrini è un punto di riferimento nel settore della ristorazione aziendale. Tra i prossimi obiettivi di sviluppo spicca l’accelerazione nel welfare, la cura per ampliare i servizi di facility management rivolti alle aziende e lo sbarco oltralpe. Questi sono i tre punti evidenziati da Valentina Pellegrini, Vice Presidente del Gruppo, che definisce suo padre come “un maestro in fatto di intuito e fiuto per il business“. In una recente intervista rilasciata a Il Sole 24 Ore, ha sottolineato la profonda affinità tra la sua visione imprenditoriale e quella di Ernesto Pellegrini. “Mio padre ha un carattere forte e carismatico e in azienda la sua presenza si sente, ma io lo affianco in assoluta sintonia. Abbiamo la stessa visione di dove vogliamo andare e di come raggiungere gli obiettivi“. Il Gruppo gestisce attualmente 600 mense aziendali che in un anno erogano 42 milioni di pasti. La centrale acquisti dei prodotti food rifornisce di derrate e materie prime la rete di mense: su questa puntano gli investimenti dell’azienda per arrivare ad aumentarne la capacità produttiva del 50% per quanto riguarda la lavorazione delle carni, in modo da arrivare a servire anche i canali della Gdo “con packaging ecosostenibile e biocompostabile“. L’attenzione alla sostenibilità è costante, perché rispettare le persone significa anche rispettare l’ambiente. Valentina Pellegrini, seguendo le orme del padre, ha dato vita all’ “Accademia Pellegrini”, dedicata a ricerca, innovazione e formazione. Il progetto si aggiunge all’esperienza di solidarietà rappresentata da “Ruben”, dove a cena sono serviti ogni giorno 350 pasti al prezzo simbolico di un euro. E i ragazzi fino ai 16 anni non pagano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 − 11 =