Gruppo Riva: ripartenza economica e prospettive di crescita

A un anno e mezzo dallo scoppio dell’emergenza sanitaria che ha influito pesantemente sull’economia mondiale, molti settori e imprese sono ormai pronti alla ripartenza. Tra questi anche Gruppo Riva, primo operatore siderurgico italiano nonché uno dei principali in Europa, che già nei primi mesi del 2021 ha registrato importanti miglioramenti: “Il gruppo si è posto nelle condizioni di essere pronto a cogliere quella ripresa che si sta registrando nei primi mesi di quest’anno, puntando a mantenere nel medio e lungo termine la propria leadership nel segmento di riferimento a livello europeo”.
Specializzato nella realizzazione di prodotti lunghi per l’edilizia, l’automotive, la meccanica e la cantieristica, Gruppo Riva, annovera in totale 5 stabilimenti produttivi sul territorio italiano e 16 distribuiti tra Francia, Canada, Spagna, Belgio e Germania. L’impegno, in vista dell’imminente ripartenza economica, emerge dal piano di investimenti: 88 i milioni di euro previsti. E i primi risultati già si vedono: nei primi tre mesi del 2021, contemporaneamente a un incremento della domanda e al rilancio dei prezzi sul mercato, l’operatore siderurgico ha registrato un aumento della produzione del 18%, raggiungendo i 1.666 milioni di tonnellate di acciaio prodotto nei primi mesi del 2021 rispetto ai 1.407 milioni di tonnellate dello stesso periodo dell’anno precedente. Il fatturato è aumentato inoltre del 21% arrivando a 881 milioni.
“In assenza di eventuali e ulteriori interventi governativi limitativi delle attività produttive è ragionevole presumere per il Gruppo Rfe un risultato in deciso miglioramento rispetto all’esercizio appena concluso” spiega Gruppo Riva in una nota.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

8 + cinque =