Il progetto di Terna che restituisce 140 ettari alla città metropolitana di Bologna

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha avviato il procedimento di autorizzazione per il progetto di rimodernamento della rete elettrica nell’area di Bologna sviluppato da Terna, uno dei principali operatori italiani ed europei nel settore dell’energia. Nello specifico, l’intervento consentirà di rinnovare la rete 132 kV, coinvolgendo anche diversi Comuni della Città Metropolitana. 40 milioni di euro per implementare qualità, sicurezza e flessibilità, garantendo un servizio decisamente migliore per tutti gli stakeholder dell’Area. Ma non solo: il piano, che prevede la realizzazione di 39 km di elettrodotto in cavo interrato, consentirà anche la demolizione di circa 62 km in totale tra elettrodotti aerei e interrati ormai antiquati, liberando ben 140 ettari di territorio che saranno quindi restituiti alla comunità con benefici concreti per l’ambiente. Il 7 giugno Terna ha pubblicato l’avviso che contiene tutte le particelle coinvolte dagli interventi: oltre a Bologna, saranno interessati i Comuni di Casalecchio di Reno, Anzola dell’Emilia, San Lazzaro di Savena, Castel Maggiore, Castenaso, Calderara di Reno e Sala Bolognese.

Fonte: Il progetto di Terna che restituisce 140 ettari alla città metropolitana di Bologna su Energia e Ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × cinque =