Machine learning, Paola Severino: “Ricerca universitaria centrale per comprendere il fenomeno”

L’intelligenza artificiale è una delle discipline informatiche più controverse. Questo perché tocca le corde della comunità scientifica e allo stesso tempo invade branche della filosofia come l’etica. Le sue applicazioni poi sono vastissime: dalla guida autonoma alla chirurgia, dalla Pubblica Amministrazione alla giustizia. Secondo un recente studio del McKinsey Global Institute, l’impatto potenziale dell’AI sull’economia del futuro potrebbe raggiungere i livelli di una vera e propria rivoluzione industriale. Un’influenza che dovrà essere in qualche modo controllata, secondo Paola Severino. In una recente intervista pubblicata su “Il Messaggero”, la Vicepresidente dell’Università LUISS Guido Carli mette in guardia sui pericoli di una mancata regolamentazione del fenomeno. Primo fra tutti il rischio di esacerbare la concorrenza tra i Paesi, impegnati in quella che definisce una “nuova corsa all’oro” e che porterebbe a disuguaglianze ancora più accentuate. Ciò comporterebbe, oltre alla creazione di veri e propri oligopoli, anche la sudditanza tecnologica di alcuni Stati rispetto ad altri. C’è poi da considerare che le competizioni mondiali del futuro potrebbero basarsi su “sistemi dominati dall’intelligenza artificiale e non più dall’etica e dalla legge”. Ed è qui che sta il nodo che porta l’esempio della gestione della pandemia: “L’intelligenza artificiale probabilmente utilizzerebbe solo il criterio del minore o maggiore danno, senza curarsi di tutte quelle sfumature etiche che sono e rimarranno, a mio avviso, caratteristica esclusiva del genere umano”. Per Paola Severino la soluzione va ricercata a livello globale, con una regolamentazione basata su un confronto internazionale. Le università e la ricerca avranno un ruolo fondamentale, ha dichiarato la professoressa, se si considera la multidisciplinarietà del tema. Tecnologia, filosofia, giurisprudenza, economia, politica: tutti aspetti da tenere in conto per riuscire a inquadrare il fenomeno e beneficiare dei suoi vantaggi.

Per maggiori informazioni:
https://www.ilmessaggero.it/economia/news/intelligenza_artificiale_severino_macchine_regole_ultima_ora_14_aprile_2021-5897568.html

The post Machine learning, Paola Severino: “Ricerca universitaria centrale per comprendere il fenomeno” first appeared on Tecnologia Web.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto + tre =