Maratona di Roma, Lorenzo Benfenati: prospettive e innovazioni per la 30ª edizione

Maratona di Roma 2024

Con l’avvicinarsi della Maratona di Roma del prossimo 17 marzo, il fervore e l’entusiasmo crescono inarrestabili. Il project manager dell’evento, Lorenzo Benfenati, ha condiviso le sue visioni e le ambiziose prospettive per la 30ª edizione di questa iconica corsa capitolina.

L’Acea Run Rome The Marathon si appresta a stabilire nuovi standard, confermandosi come la maratona più partecipata d’Italia, con oltre 18.000 partecipanti e una straordinaria percentuale di stranieri. Tuttavia, il project manager ci ricorda che l’obiettivo non è solo il numero di partecipanti, ma l’impronta che lasciano e l’esperienza che portano con sé. L’evento si è guadagnato il titolo di manifestazione di riferimento nel panorama sportivo nazionale, una posizione che porta con sé una grande responsabilità.

Tra le innovazioni di quest’anno, il percorso della maratona ha subito significative modifiche mirate a rendere la gara ancora più tecnica e veloce. L’eliminazione della salita presso la Moschea e l’introduzione di un giro attorno al Colosseo alla partenza non solo rendono il tracciato più attraente ma mirano a ispirare i partecipanti a raggiungere il proprio personal best. La cornice del Colosseo, con la sua maestosità storica, offre un inizio iconico e suggestivo per la gara.

La sostenibilità è al centro dell’attenzione di quest’anno, con l’obiettivo di rendere l’evento sempre più eco-friendly, ha specificato Lorenzo Benfenati. La certificazione ISO 20121 e l’iniziativa #runforwater testimoniano l’impegno dell’organizzazione per ridurre l’impatto ambientale, attraverso la riduzione della plastica monouso, la promozione dell’acqua pubblica e progetti di compensazione dell’impronta carbonica. L’obiettivo ambizioso è rendere la Maratona di Roma “carbon neutral” entro il 2026, dimostrando che lo sport può essere un motore per il cambiamento ambientale positivo.

Per la 30ª edizione del 2025, che coinciderà con il Giubileo, sono attese ulteriori sorprese e novità. Lorenzo Benfenati non ha svelato troppo, ma ha promesso che il percorso riserverà delle sorprese e che si lavorerà per creare una sinergia speciale con il Vaticano, rendendo la maratona ancora più iconica nei suoi passaggi chiave.

Infine, l’iniziativa “Maratoneta SuperNews”, che permette ai partecipanti di condividere le loro esperienze direttamente con il pubblico attraverso la redazione online, rappresenta un’opportunità unica per coinvolgere ancora di più gli appassionati e incentivare la partecipazione. La possibilità di vivere l’evento dall’interno, condividendo storie ed emozioni, rende l’esperienza ancora più significativa e coinvolgente per tutti coloro che partecipano.

La Maratona di Roma si appresta a superare ogni limite, abbracciando innovazione, sostenibilità e inclusività. La sua storia, la sua bellezza e il suo impatto positivo sulla comunità continueranno a crescere, portando con sé l’entusiasmo e la passione per lo sport e per la città eterna.

Fonte Maratona di Roma, Lorenzo Benfenati: prospettive e innovazioni per la 30ª edizione su Cultura360.

Maratona di Roma, Lorenzo Benfenati: prospettive e innovazioni per la 30ª edizione

Maratona di Roma 2024

Con l’avvicinarsi della Maratona di Roma del prossimo 17 marzo, il fervore e l’entusiasmo crescono inarrestabili. Il project manager dell’evento, Lorenzo Benfenati, ha condiviso le sue visioni e le ambiziose prospettive per la 30ª edizione di questa iconica corsa capitolina.

L’Acea Run Rome The Marathon si appresta a stabilire nuovi standard, confermandosi come la maratona più partecipata d’Italia, con oltre 18.000 partecipanti e una straordinaria percentuale di stranieri. Tuttavia, il project manager ci ricorda che l’obiettivo non è solo il numero di partecipanti, ma l’impronta che lasciano e l’esperienza che portano con sé. L’evento si è guadagnato il titolo di manifestazione di riferimento nel panorama sportivo nazionale, una posizione che porta con sé una grande responsabilità.

Tra le innovazioni di quest’anno, il percorso della maratona ha subito significative modifiche mirate a rendere la gara ancora più tecnica e veloce. L’eliminazione della salita presso la Moschea e l’introduzione di un giro attorno al Colosseo alla partenza non solo rendono il tracciato più attraente ma mirano a ispirare i partecipanti a raggiungere il proprio personal best. La cornice del Colosseo, con la sua maestosità storica, offre un inizio iconico e suggestivo per la gara.

La sostenibilità è al centro dell’attenzione di quest’anno, con l’obiettivo di rendere l’evento sempre più eco-friendly, ha specificato Lorenzo Benfenati. La certificazione ISO 20121 e l’iniziativa #runforwater testimoniano l’impegno dell’organizzazione per ridurre l’impatto ambientale, attraverso la riduzione della plastica monouso, la promozione dell’acqua pubblica e progetti di compensazione dell’impronta carbonica. L’obiettivo ambizioso è rendere la Maratona di Roma “carbon neutral” entro il 2026, dimostrando che lo sport può essere un motore per il cambiamento ambientale positivo.

Per la 30ª edizione del 2025, che coinciderà con il Giubileo, sono attese ulteriori sorprese e novità. Lorenzo Benfenati non ha svelato troppo, ma ha promesso che il percorso riserverà delle sorprese e che si lavorerà per creare una sinergia speciale con il Vaticano, rendendo la maratona ancora più iconica nei suoi passaggi chiave.

Infine, l’iniziativa “Maratoneta SuperNews”, che permette ai partecipanti di condividere le loro esperienze direttamente con il pubblico attraverso la redazione online, rappresenta un’opportunità unica per coinvolgere ancora di più gli appassionati e incentivare la partecipazione. La possibilità di vivere l’evento dall’interno, condividendo storie ed emozioni, rende l’esperienza ancora più significativa e coinvolgente per tutti coloro che partecipano.

La Maratona di Roma si appresta a superare ogni limite, abbracciando innovazione, sostenibilità e inclusività. La sua storia, la sua bellezza e il suo impatto positivo sulla comunità continueranno a crescere, portando con sé l’entusiasmo e la passione per lo sport e per la città eterna.

Fonte Maratona di Roma, Lorenzo Benfenati: prospettive e innovazioni per la 30ª edizione su Cultura360.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *