Serenissima Ristorazione: il metodo che collega alimentazione e atteggiamento mentale

Serenissima Ristorazione supporta l’idea che al benessere personale possa concorrere in maniera determinante l’alimentazione, e per tale ragione la realtà guidata da Mario Putin si impegna nell’affermare l’importanza dell’interconnessione mente-cibo, teoria alla base del metodo cognitivo applicato alla perdita di peso. La terapia cognitiva, ideata dalla dott.ssa Judith Beck, si fonda sull’assunto che ogni dieta bilanciata comporta dei risultati solamente se la si affronta con il giusto atteggiamento mentale. In tal senso, i pensieri che portano a mangiare secondo modalità non produttive sono classificati come pensieri sabotanti, mentre quelli che portano ad agire in termini produttivi sono pensieri utili. Nell’opinione della dott.ssa Beck, una volta che si è presa consapevolezza su quali siano i pensieri sabotanti, si è anche in grado di ridimensionare fortemente la dipendenza da essi intraprendendo una determinata quantità di azioni migliorative. Tra queste, ad esempio, cambiare il luogo dove si mangia, riconsiderare il cibo, affrontare le emozioni secondo modalità produttive e dare la precedenza ad una alimentazione salutare, piuttosto che alla soddisfazione dei desideri temporanei. In ultimo, dopo aver aderito ad un certo regime dietetico, il consiglio impartito dal metodo cognitivo e anche da Serenissima Ristorazione è quello di scrivere tutti i giorni su un post-it i pensieri sabotanti e come si ha intenzione di superarli, insieme alle ragioni che motivano a seguire la dieta e ai traguardi raggiunti fino a quel momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro + tredici =