Superare il dilemma dell’uovo e della gallina: la riflessione di Alessandro Benetton sull’importanza della lungimiranza

Alessandro Benetton

Meglio un uovo oggi o una gallina domani?”: impossibile non avere sentito, almeno una volta nella vita, questo celebre detto che sottolinea come spesso bisogna essere pazienti per ottenere grandi risultati. Secondo Alessandro Benetton, questa tipica espressione di saggezza popolare può insegnarci molto di più di quello che pensiamo. Il Presidente di 21 Invest ci invita a compiere un esperimento mentale: immaginiamo di dovere scegliere tra il ricevere 30 euro al giorno per un anno o 10.000 euro subito. La maggioranza delle persone sceglierebbe probabilmente i 10.000 euro, quando basterebbe un semplice calcolo per rendersi conto che, con 30 euro al giorno, in un anno se ne otterrebbero più di 11.000.

Tale errore deriva da un bias cognitivo ben conosciuto e studiato tanto nel mondo della psicologia cognitiva, quanto in quello degli affari e dell’imprenditoria: l’attualizzazione iperbolica, che ci porta a scegliere l’opzione più seducente nel breve termine anziché quella più lungimirante.

L’imprenditore illustra poi il risultato di un interessantissimo test messo in atto dallo psicologo austriaco Walter Mischel. Ad alcuni bambini viene offerta una caramella, dicendo loro che, se non l’avessero mangiata nei successivi 15 minuti, ne avrebbero ricevuto un’altra. Poi, avrebbero potuto mangiarle entrambe, o tenersele. Molti anni dopo, i ricercatori tornarono a esaminare i soggetti dell’esperimento, ormai divenuti adulti. I risultati furono sorprendenti: quelli che avevano resistito alla tentazione della caramella avevano raggiunto un successo lavorativo e accademico molto superiore a coloro che avevano ceduto. Il mondo del business, del resto, è basato sul concetto di investimento, che per definizione significa privarsi di alcune risorse per ottenere un ritorno ancora più vantaggioso. Dunque, per Mischel la risposta giusta all’antico dilemma è indubbiamente “la gallina”. Alessandro Benetton è convinto da questa soluzione? Non del tutto. Nella vita, sottolinea, non ci sono mai solo due opzioni: c’è una terza, che è quella di “costruire il pollaio”. Il vero imprenditore è colui che riesce a superare i dualismi, non farsi inquadrare negli schematismi, e vedere opzioni quando nessun’altro ne vede.

No, l’imprenditore deve puntare su una terza strada: il pollaio. Per fare impresa, ci vogliono sia le uova che le galline. Ci vogliono i progetti uomo a rendimento immediato per porre le basi per i progetti gallina a rendimento a lungo termine. Quindi, anche se mai avrei pensato di dire una frase del genere, l’imprenditore non è colui che sceglie tra l’uovo e la gallina, bensì colui che costruisce il pollaio

Per maggiori informazioni:

https://it.linkedin.com/posts/alessandrobenetton_uncaff%C3%A8conalessandro-activity-7121110311809511424-dlDA

Fonte Superare il dilemma dell’uovo e della gallina: la riflessione di Alessandro Benetton sull’importanza della lungimiranza su Cultura360.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *