Superbonus 110% ed Ecobonus: le soluzioni di Gruppo Green Power per la riqualificazione energetica

Gruppo Green Power

Il Superbonus 110%, promosso dal Governo italiano a supporto della riqualificazione energetica degli edifici, è una misura di incentivazione introdotta dal D.L. “Rilancio” 19 maggio 2020, n. 34: l’incentivo consiste in una detrazione del 110%. A tal proposito, Gruppo Green Power, realtà attiva dal 2010 nel settore delle energie rinnovabili (fornisce al mercato domestico servizi e prodotti di efficientamento energetico quali pannelli fotovoltaici, pompe di calore, climatizzatori, accumulatori e sistemi ibridi), offre la consulenza del proprio team di esperti che si occuperà di guidare i clienti durante tutte le fasi dell’iter previsto affinché possano usufruire dell’incentivo fiscale. I professionisti si dedicheranno alle operazioni di verifica (tra cui i sopralluoghi necessari, le verifiche catastali e il rilascio del pre-Attestato di Prestazione Energetica – APE), al completamento delle pratiche amministrative e alla scelta dei prodotti più adatti all’ottimizzazione energetica. I lavori di riqualifica, finalizzati al miglioramento di almeno due classi energetiche dell’immobile, si dividono in “trainanti”, come l’impianto di riscaldamento e il cappotto termico, e “trainati”, tra cui gli impianti fotovoltaici e i serramenti. Ma non è tutto, per tutti coloro che non hanno le “caratteristiche” per accedere al Superbonus, Gruppo Green Power applica lo sconto in fattura anche per le detrazioni al 65% e al 50% previste per l’Ecobonus (anch’esso prorogato dal D.L. Rilancio 34/2020): in tale modo il Gruppo può anticipare le spese, recuperandole poi in futuro in qualità di creditore d’imposta. Va ricordato che la nuova legge di stabilità ha prorogato fino al 31 dicembre 2021 le detrazioni fiscali a sostegno degli interventi di riqualificazione del patrimonio edilizio: ecobonus, bonus casa, facciate e verde. La scadenza del Superbonus 110% è stata prorogata al 30 giugno 2022, termine prorogabile di altri 6 mesi per i condomini che a quella data abbiano completato i lavori per almeno il 60%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 + 13 =