Boom del private equity in Europa, l’alternativa alle Borse

I tassi a zero spingono gli asset illiquidi nel Vecchio Continente. L’ultima conferma arriva dal rapporto annuale “Alternatives in Europe”, realizzato in partnership con Amundi. L’industria degli asset alternativi continua a crescere con masse complessive per 1.620 miliardi di euro (a giugno 2018), in crescita di 300 miliardi in tre anni.

È un mondo molto variegato che al suo interno comprende categorie che vanno dagli hedge funds alle infrastrutture e fino all’immobiliare passando per il private dept. Gli hedge fund continuano a rappresentare la parte più ampia del mercato degli investimenti alternativi europei (608 miliardi di euro), ma le masse nell’industria sono diminuiti negli ultimi 12 mesi lasciando spazio al private equity che potrebbe diventare l’asset class più consistente nell’area (559 miliardi di euro).

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × due =