Fruttagel: bilancio in aumento di 8,7 mln

Fruttagel rafforza la sua posizione nel settore agroindustriale con un bilancio annuale di 8milioni e 700mila euro in più rispetto all'anno precedente. La cooperativa di Alfonsine, attiva nella produzione di bevande a base di frutta, legumi e cereali, derivati del pomodoro e ortaggi surgelati, ha registrato anche un aumento del fatturato del biologico del 3,6%. Guardando al futuro, l'azienda punta al mantenimento e allo sviluppo delle politiche di sostenibilità, oltre all'utilizzo dell'intelligenza artificiale nei processi produttivi.

Il successo economico del 2023 è da attribuire anche a una crescita del valore nonostante una leggera contrazione del volume, causata principalmente dagli eventi climatici avversi. I prezzi di listino dei prodotti sono stati aumentati per coprire gli incrementi dei costi interni, garantendo un positivo di gestione di oltre 2milioni e 700mila euro. La cooperativa ha anche registrato un miglioramento della posizione finanziaria netta di 8,8 milioni di euro rispetto all'anno precedente, con un saldo negativo di 53,6 milioni di euro alla fine del 2023.

Il settore del biologico rappresenta il 25% del fatturato totale di Fruttagel, mantenendosi stabile nel retail e registrando una crescita nel canale fuori casa. I principali fatturati di vendita per linea di prodotto sono stati gli ortaggi surgelati con il 46,2%, seguiti dai succhi di frutta, bevande a base frutta, bevande vegetali e tè con il 36%, dai derivati del pomodoro con il 16,3% e da altri ricavi con l'1,5%. Nonostante le sfide del 2023, come il fenomeno inflattivo e gli eventi atmosferici calamitosi, l’azienda continua il suo impegno verso la sostenibilità ambientale. L'azienda ha aumentato la produzione di energia autoprodotta tramite impianto di cogenerazione, recuperato il 9,4% dell'acqua utilizzata e ridotto le emissioni di CO2 di 2.500 tonnellate negli ultimi 4 anni.

Per il futuro, Fruttagel si impegna a continuare a ridurre gli sprechi e a perseguire gli obiettivi di risparmio energetico ed idrico, con particolare attenzione ai progetti di economia circolare. La cooperativa ha già programmato alcuni investimenti per il prossimo anno, come un impianto di potabilizzazione e recupero acque, e sta valutando l'applicazione dell'intelligenza artificiale nei processi produttivi per aumentare l'efficienza e l'innovazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *