Salute e sicurezza sul lavoro: l’esempio di Ares Ambiente

Attiva dal 2008 nel settore dell’intermediazione dei rifiuti, Ares Ambiente è stata protagonista di un rapido percorso di crescita che oggi la colloca tra le eccellenze italiane del settore. L’azienda, con sede a Treviolo (Bergamo), conduce attività di smaltimento, recupero e trasporto di rifiuti speciali, pericolosi e non pericolosi su tutto il territorio nazionale ed è in grado di fornire soluzioni efficienti per il trattamento di rifiuti caratterizzati in oltre 830 codici CER/EER.

Consapevole del ruolo ricoperto nella collettività, fin dalla sua fondazione Ares Ambiente promuove una gestione dei rifiuti secondo criteri di efficienza, economicità e trasparenza. A guidarne l’operato una filosofia aziendale che mette al centro il costante miglioramento degli standard adottati, la ricerca della qualità e l’attenzione alla responsabilità sociale, ambientale e alla sicurezza. Tra le numerose certificazioni possedute anche la UNI ISO 45001:2018, che consente ad Ares Ambiente di attuare un sistema di gestione della salute e della sicurezza sul lavoro in grado di minimizzare i rischi e di migliorare le prestazioni attraverso la creazione e l’attuazione di politiche e obiettivi efficaci.

Un percorso di crescita e sviluppo continuo: l’azienda lavora quotidianamente per adeguarsi alle certificazioni e ottenere risultati tangibili sulla tutela sociale dei lavoratori. Inoltre, in linea con il Modello 231 (D.Lgs 231/2001), Ares Ambiente si affida ad un Organismo di Vigilanza indipendente per definire la corretta gestione delle attività aziendali attraverso un elaborato sistema di protocolli. Qualità (UNI EN ISO 9001:2015), Ambiente (UNI EN ISO 14001:2015 e Regolamento Europeo EMAS) e Responsabilità Sociale (SA 8000:2014) completano il profilo del sistema di gestione integrata adottato.

Fonte Salute e sicurezza sul lavoro: l’esempio di Ares Ambiente su Cultura360.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

10 − 2 =