Al via il Global Exchange Program, progetto che coinvolge la Lum Jean Monnet di Emanuele Degennaro

Emanuele DegennaroEmanuele Degennaro

Promuovere lo sviluppo delle relazioni internazionali nell’ottica di un aumento della mobilità studentesca in entrata e in uscita: è questo l’obiettivo del Global Exchange Program (Gep), un progetto finanziato dalla regione Puglia che coinvolge l’Università Lum Jean Monnet. Sono già cominciate in questi giorni le attività in incoming che hanno portato all’arrivo dei primi studenti provenienti dalla Corea del Sud, dalla Cina e dalla Mongolia. Nel mese di aprile prenderanno avvio invece quelle di outgoing, che coinvolgeranno inizialmente gli studenti della Facoltà di Giurisprudenza, chiamati a svolgere un periodo di formazione in Brasile, e a luglio quelli di Economia, che partiranno alla volta di Cina e Corea del Sud. Il periodo di studio o tirocinio all’estero avrà una durata massima di quattro mesi. Molto soddisfatto dell’iniziativa Emanuele Degennaro, Rettore della Lum Jean Monnet, che ha sottolineato come l’università “sin dalla sua fondazione abbia sempre fatto dell’internazionalizzazione uno dei suoi cardini formativi“. Grazie al Global Exchange Program, gli studenti potranno “vivere e studiare in un contesto realmente globale, aprendosi a nuovi mercati e differenti culture“.

Per maggiori informazioni:
http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/bari/scuola/18_marzo_22/parte-global-exchange-program-bari-studenti-esteri-dell-erasmus-397015c8-2e0b-11e8-80a3-97c3e8e28064.shtml?refresh_ce-cp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × tre =