Fabio Inzani: l’offerta migliorativa di Tecnicaer Engineering per l’Ospedale di Belluno

Grazie all’offerta migliorativa formulata da Tecnicaer Engineering, la società di ingegneria integrata innovativa guidata da Fabio Inzani, Italiana Costruzioni S.p.A. si è aggiudicata la gara per la realizzazione dei lavori di “Miglioramento sismico e adeguamento antincendio dell’Ospedale di Belluno”.
Oltre agli obiettivi di miglioramento sismico pari al 60% ed alla realizzazione degli interventi di adeguamento antincendio, la società guidata da Fabio Inzani ha posto particolare attenzione alla scelta dei materiali da impiegare nell’intervento i quali sono stati individuati attraverso tre criteri fondamentali. In primis, preservare l’immagine complessiva dell’ospedale, garantendo continuità e omogeneità tra i materiali esistenti e quelli nuovi. Nel dettaglio, le soluzioni migliorative hanno riguardato le aree che saranno sottoposte a completo rifacimento; nei locali dove si interverrà puntualmente, invece, verrà mantenuta una finitura analoga a quella esistente. Il secondo criterio riguarda la durabilità delle opere, che sarà incrementata mediante l’utilizzo di materiali dall’elevata performance, contraddistinti da alta resistenza meccanica, abbattimento acustico, velocità di montaggio, resistenza all’acqua, igienicità e salubrità. Con la sua offerta migliorativa, Tecnicaer intende migliorare anche la manutenibilità e i costi di gestione dell’intera struttura attraverso la riqualificazione energetica dell’involucro edilizio.
Inoltre, sarà fatta un’attenta pianificazione delle attività di cantiere, volta a individuare e risolvere preventivamente eventuali problematiche che potrebbero compromettere lo svolgimento dei lavori e, di conseguenza, ostacolare la normale attività sanitaria dell’Ospedale di Belluno.
La società guidata da Fabio Inzani fa sapere che il cantiere sarà altresì supportato dall’adozione del protocollo LEED, il quale prevede l’attuazione di specifiche procedure e strategie per la gestione sostenibile delle attività di costruzione in modo da ridurre l’inquinamento generato dal cantiere. Queste consentiranno, ad esempio, di definire una serie di misure per controllare i fenomeni di erosione del suolo, di sedimentazione nelle acque riceventi e la produzione di polveri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

18 − cinque =