Stefano De Capitani, Municipia S.p.A.: nei servizi digitali la svolta smart delle città di ogni dimensione

L’invito di Stefano De Capitani, presidente di Municipia S.p.A., è a spingere sempre più per “una svolta smart, green e open” delle nostre città. Lo scrive sui suoi canali social spiegando come a proiettarle verso il futuro sia oggi “la concertazione dei processi di innovazione tecnologica e di transizione ecologica”: in quest’ottica risulta dunque particolarmente interessante, soprattutto in virtù del binomio smart + open, conoscere “quanto e come i cittadini abbiano coscienza del valore delle tecnologie digitali e della connettività quali strumenti per migliorare i propri modelli sociali e professionali e in quante persone siano messe in grado di avvalersi del loro potenziale”.
Non c’è una risposta univoca al quesito, come si evince “dall’analisi di varie situazioni, non circoscritte al solo ambito italiano”: le differenze di educazione e abilità digitali, l’accessibilità ai servizi e l’appartenenza a fasce di età e contesti di vita diversi, come osserva Stefano De Capitani, giocano infatti un ruolo chiave nella spinta della popolazione verso le nuove chance tecnologiche. “Anche di fronte agli stessi interventi innovativi sul territorio (nella mobilità urbana, nell’ambito dell’efficientamento energetico, sicurezza, ecc.) le persone si pongono con un atteggiamento diverso in base ai propri interessi ed esigenze”: ecco dunque che in ogni caso diventa essenziale l’apporto delle governance locali, per il presidente di Municipia S.p.A. fondamentale “nel fare diventare i cittadini degli end-users in grado di superare eventuali difficoltà di natura strutturale e/o economica, e nell’indirizzarli verso il loro coinvolgimento nell’interazione digitale proposta dal nuovo contesto urbano, altrimenti l’ambiente smart perderebbe la propria sostenibilità e inclusività”.
La strada dunque è tracciata, come ribadisce infine Stefano De Capitani: “Si tratta di portare al goal la pianificazione e lo sviluppo di una reale ed efficace rete di interrelazione fra individuo – network smart urbano – PA locale per coniugare la cittadinanza attiva con l’opportunità per tutti di farsi interpreti dei processi innovativi, di partecipare alle decisioni socio-politiche locali e di avere accesso facilmente anche alle soluzioni pratiche della vita quotidiana”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

otto − 1 =