Tecnologia per il food, dalla stampa 3D alla blockchain

Il contesto del Gourmet Food Festival che si è tenuto a Lingotto Fiere di Torino, dal 22 al 24 novembre sono state riscontrate interessanti tendenze sul fronte del rapporto tra tecnologia e cibo. È stato infatti possibile provare l’esperienza sensoriale proposta da BluRhapsody (start up di Barilla), il brand che sfruttando la tecnologia della stampa 3d realizza formati di pasta dal design unico. Partendo dalla selezione delle semole più pregiate e con una lavorazione artigianale accurata, queste forme vengono prodotte lentamente in piccolissimi lotti. Una tecnologia all’avanguardia studiata per anni consente la creazione di pezzi con geometrie uniche nel loro genere, ispirate per esempio alle forme della natura che prenderanno vita in nuovi piatti inaspettati

Fonte: Tecnologia per il food, dalla stampa 3D alla blockchain su TOP MANAGER ONLINE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 1 =