I consigli di Alessandro Benetton sul fare impresa: un ‘one man show’ o un lavoro di collaborazione?

‘Ho fatto tutto da solo’: una frase da dire con orgoglio oppure un problema da risolvere? Sull’importanza della collaborazione in ambito business si è soffermato Alessandro Benetton in un nuovo episodio della rubrica #UnCaffèConAlessandro, pubblicato sul suo canale YouTube.

“Fin da piccoli siamo abituati a dire questa frase con orgoglio, come se fosse qualcosa di cui andare fieri”, riflette nell’intervento: questo può andar bene quando si è piccoli, magari in un contesto scolastico, ma lo stesso non si può dire durante lo sviluppo di un’impresa. Nella prospettiva dell’imprenditore, infatti, ‘ho fatto tutto da solo’ “non è una frase da dire con orgoglio, piuttosto un problema da risolvere”, anche nell’ottica di scardinare quel pensiero comune per cui farcela in solitaria sembra dare più valore al lavoro. “Come se avere attorno al proprio progetto una rete di contatti e partner fosse un malus, qualcosa di cui vergognarsi”, puntualizza l’imprenditore.

Al contrario, soprattutto nello sviluppo del business, un contributo centrale è dato dalla rete di connessioni che abbiamo costruito nel tempo, insieme alla capacità di trovare partner per aprire le prospettive d’impresa. L’esempio portato da Alessandro Benetton è quello di Edizione S.p.A., holding industriale attiva dal 1981 e tra le più importanti su scala europea. Costruita su investimenti internazionali, grandi aziende e una prospettiva di lungo periodo, Edizione S.p.A. ha basato il suo successo su un’infrastruttura di solide connessioni e collaborazioni. Insieme a Telepass, Partners Group, Autogrill, ad esempio, il principio alla base è sempre quello di “lavorare per creare connessioni con altre aziende leader nei loro settori”: si tratta di “manovre complesse, che coinvolgono tanti soggetti, ognuno con i propri interessi e chiaramente tutto questo richiede molto tempo e fatica”. Perché farlo? “Sappiamo che ne vale la pena, perché spendersi per allargare la propria rete di connessioni è l’unico modo per crescere davvero”, spiega l’imprenditore nella video rubrica.

Steve Jobs, Elon Musk, Mark Zuckerberg sono spesso descritti come ‘geni solitari’, uomini che ce l’hanno fatta da soli. Tuttavia, bisogna guardare dietro le quinte dei loro progetti imprenditoriali e capire che la realtà è ben diversa: “Pensare all’imprenditore come a un ‘one man show’ è il primo passo verso il fallimento”, conclude Alessandro Benetton, “perché la verità è che il valore di un imprenditore è in gran parte definito dalla rete di connessioni che è riuscito a costruire”.

 

Per visualizzare il video completo:

https://www.youtube.com/watch?v=-4cNV2EKxLo

The post I consigli di Alessandro Benetton sul fare impresa: un ‘one man show’ o un lavoro di collaborazione? first appeared on Original Contents.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

otto + due =