Giovanni Lo Storto: il contributo dell’Università Luiss Guido Carli al Festivaldeigiovani di Gaeta

“Oggi più che mai, è fondamentale capire le ambizioni, le richieste e i sogni di una Next Generation alla ricerca d’ispirazione e di strumenti per costruire il proprio futuro”: così Giovanni Lo Storto, Direttore Generale dell’Università Luiss Guido Carli, si è espresso durante la quinta edizione del Festivaldeigiovani di Gaeta, in corso dall’8 al 10 novembre 2021. L’evento è promosso da Noisiamofuturo, da Università Guido Carli e dal Comune di Gaeta, con Main Partner Intesa Sanpaolo.
Si torna in presenza, almeno in parte, presso lo studio televisivo allestito all’interno dell’aula Magna dell’istituto Caboto. In streaming però l’accesso è aperto a tutti per assistere a dibattiti, workshop interattivi, interventi di esperti e professionisti provenienti dai più disparati settori, pronti a mettersi in gioco e a raccontare la propria esperienza ai giovani protagonisti dell’evento.
Dopo mesi di isolamento e di didattica a distanza, una nuova rete viva e sempre presente di contatti è fondamentale: per questo, sul portale festivaldeigiovani.it, sarà attiva tutto l’anno una piattaforma di formazione, orientamento, dibattito e valorizzazione dei talenti della Generazione Z, con eventi in streaming e on demand sempre nuovi.
L’Università Luiss è un ingranaggio chiave per sostenere questa grande macchina: “La Luiss porta al Festivaldeigiovani – straordinaria piattaforma di aggregazione, condivisione, ascolto e valorizzazione di talenti – il proprio modello formativo e l’esperienza accumulata in questi anni nel supporto all’orientamento universitario, per aiutare i professionisti di domani a comprendere le proprie passioni e sviluppare una consapevolezza nuova sui percorsi di vita e di studio da intraprendere dopo la Maturità”, ha dichiarato Giovanni Lo Storto. L’orientamento al lavoro è infatti una tematica principe del Festival, racchiusa nella domanda posta in apertura dell’evento: “Cosa farai da grande?”. Luiss Guido Carli ha esaminato le risposte di un campione di studenti che hanno partecipato a un sondaggio a cura di Noisiamoilfuturo, così da tracciare desideri e aspirazioni e metterle a confronto con le esigenze del mercato del lavoro.
Il Festival è però anche divertimento, arte, condivisione, sperimentazione, musica e giochi. Si discute infatti di Circular Economy, di modelli di business sostenibili, di Made in Italy, di sviluppo digitale, di salute mentale, di letteratura, di razzismo e integrazione: tutti temi attuali, al centro del futuro dei nostri giovani.

Per maggiori informazioni:
https://www.askanews.it/cronaca/2021/11/05/al-via-il-festivaldeigiovani-dall8-al-10-novembre-pn_20211105_00053/

Fonte Giovanni Lo Storto: il contributo dell’Università Luiss Guido Carli al Festivaldeigiovani di Gaeta su Cultura360.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 + 16 =